“L’estasi di Oleg” indaga la modernità, ponendosi quesiti sulla natura del successo, su cosa sia la riuscita, su come si ottenga visibilità.

Critica il cannibalismo mediatico di un pubblico sempre più interessato al “contenitore” piuttosto che al “contenuto”. Un pubblico che finge empatia ma che in realtà è a caccia di “scoop”, viaggiando superficialmente sopra alle cose ed ai fatti senza mai entrarvici davvero.

Il film ha vinto il bando 2018 del fondo per l’audiovisivo a sostegno delle imprese regionali della Emilia Romagna Film Commision.

Tags: , ,